Come distribuire volantini senza sprechi

Home 9 Corporate 9 Come distribuire volantini senza sprechi

3 Mar 2020

La distribuzione dei volantini è da sempre una della voci più importanti del marketing per la GDO e la DO, si stima che ogni anno, in Italia, vengono stampati circa 8.000.000.000 flyer promozionali per far conoscere le offerte della Grande distribuzione. Noi del Gruppo S.O.S. lo sappiamo bene, essendo il nostro sistema Arianna e Archivio foto il cuore della produzione delle promo di molte delle principali GDO Italiane. Vi siete mai chiesti quanti, di quegli 8.000.000.000 flyer promozionali, vadano realmente in mano alle persone giuste, quelle interessate a fare acquisti nel punto vendita pubblicizzato? Quante volte vi è capitato di trovare nella vostra buchetta più di un volantino uguale all’altro, magari perché l’addetto alla distribuzione pensava che in quella casa, o palazzo, abitassero più famiglie?

Nel settore del marketing riuscire a risparmiare costi nella distribuzione di materiale pubblicitario porta a porta è quindi uno degli obiettivi da sempre più difficili da perseguire. Stampare soltanto il materiale che serve e distribuirlo senza sprechi sembra una missione impossibile. Noi pensiamo di aver trovato una buona soluzione, si tratta di SOS.maps, che abbiamo ideato partendo dagli strumenti già esistenti per i distributori.

 

I tre obiettivi che ci siamo posti per migliorare la distribuzione di materiale promozionale

 

1) Il primo obiettivo che ci siamo posti è quello di stampare solo il materiale che realmente serve, ciò consente notevoli risparmi.

2) Il secondo obiettivo è quello di impostare in maniera minuziosa le aree di distribuzione. Il nostro sistema consente il dettaglio sulla singola casa.

3) Il terzo obiettivo è quello della tracciatura della consegna, che ci consente di verificare, rispetto alle aree di distribuzione, quanto realmente si riesce a distribuire. Siamo in grado di tracciare fino alla singola casa e siamo in grado di scegliere all’interno di un’area, le singole case da raggiungere.

 

I risultati che siamo riusciti ad ottenere

 

  1. Meno spreco di carta e meno costi. Si stampano solo le quantità che servono.
  2. Controllo accurato delle aree di distribuzione.
  3. Tracciatura delle consegne in tempo reale.
  4. Profilazione della clientela sulla base dell’incrocio di informazioni in possesso della GDO (fidelity card, indagini sulla clientela…)

 

Come funziona SOS.maps?

 

Al sito si accede con nome utente e password. Ogni cliente può visualizzare la sua area e le sue zone di distribuzione. Il cliente può modificare queste aree di distribuzione in autonomia, sempre lavorando sulla realtà e non sulla carta. Il cliente fa una tracciatura della zona di distribuzione attuale, calcola i giusti quantitativi, quindi può iniziare a modificare le aree di distribuzione per arrivare laddove vuole essere presente. Ogni distribuzione viene realmente controllata. Oltre a questo il sistema consente di caricare il posizionamento delle fidelity card, così come i dati raccolti dalle indagini sulla clientela così come altre informazioni in possesso dell’azienda che consentono un’ulteriore profilazione dell’area di interesse.

mappa SOS Maps

Altre notizie

Tavernello si rifà il look

Tavernello si rifà il look

Tutti conosciamo il Tavernello, il vino "in cartone" (Tetra Pack) che da oltre 35 anni è sulla tavola degli italiani, sfidando i luoghi comuni in un settore, quello del vino, molto legato alle tradizioni. Prodotto da Caviro, una cooperativa di viticoltori con migliaia...

Coop da 16 anni aderisce a M’illumino di meno

Coop da 16 anni aderisce a M’illumino di meno

Da ben 16 anni Coop aderisce a "M’illumino di meno", la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata da Caterpillar e Radio2 nel 2005. Quest'anno la data è quella di venerdì 26 marzo 2021 e ha come tema il "Salto di specie", ovvero...

Amazon fresh sbarca a Roma

Amazon fresh sbarca a Roma

Dopo il lancio a Milano, un mese fa, sbarca anche a Roma Amazon Fresh, il servizio di consegna spesa in giornata curato dal colosso dell'online. Amazon al momento riserva questo servizio ai clienti Amazon Prime, abbonamento annuale che permette consegne più veloci,...

Packaging, le tendenze 2021

Packaging, le tendenze 2021

Quello del packaging, come tutti gli altri settori, vive di tendenze, mode ed evoluzioni in base al mercato, ai gusti dei consumatori che cambiano, ad esigenze di logistica e modifiche per adeguarsi alle normative. Noi di S.O.S. Graphics viviamo in prima fila questo...

Anche la CIA si rifà il logo

Anche la CIA si rifà il logo

Tanti dubbi attorno al nuovo logo della CIA, l'agenzia di intelligence statunitense. Basta guardare in rete per capire come il nuovo logo abbia sollevato molte discussioni. Intanto, come è giusto che sia per un'agenzia che si occupa di servizi segreti, il segreto è...

General Motors: nuovo logo guardando al futuro

General Motors: nuovo logo guardando al futuro

Dopo oltre mezzo secolo General Motors, storica casa automobilistica di Detroit, cambia logo per venire incontro alle nuove tendenze della mobilità elettrica. General Motors possiede marchi tra i quali Chevrolet, GMC e Cadillac e si è impegnata a diventare leader nel...

Kia motors svela il suo nuovo logo

Kia motors svela il suo nuovo logo

Novità per Kia motors in questo inizio del 2021, la casa automobilistica sudcoreana ha rivelato il suo nuovo logo aziendale, comprensivo di payoff (Movement that inspires). L'introduzione del nuovo logo, come si legge nel comunicato ufficiale, rappresenta l'ambizione...

Pfizer si rifà il look

Pfizer si rifà il look

Proprio mentre ha gli occhi di tutto il mondo puntati addosso, per via del vaccino anti-Covid, Pzifer, la nota casa farmaceutica statunitense, mette in atto un'importante operazione di rinnovamento grafico del logo. Pfizer è stata fondata a New York nel 1849 da...

Nuovo logo per Burger King

Nuovo logo per Burger King

Nuovo logo per la catena di fast food Burger King. L'ultimo restyling del logo risaliva a vent'anni fa e questa nuova versione è un ritorno al passato e alla centralità del progetto: il cibo, o meglio, l'hamburger. Il progetto del nuovo logo è stato eseguito dallo...

2021, mi rifaccio il logo

2021, mi rifaccio il logo

Crisi? Covid-19? La cosa migliore è dare un colpo di spugna a ciò che è vecchio è ripartire. Devono aver pensato così alcune delle aziende (e relativi marchi) più conosciuti al mondo in un 2021 che si apre con il restyling del logo di alcuni dei più noti brand sul...

Pin It on Pinterest

Share This