Email marketing ed e-commerce dopo la pandemia

Home 9 Gdo news 9 Email marketing ed e-commerce dopo la pandemia

28 Lug 2020

Due interessanti ricerche hanno posto l’attenzione sull’impatto che la pandemia da Covid-19 (e relativo lockdown) hano avuto sull’email marketing e sull’e-commerce. Gli studi sono stati eseguiti in parallelo da MailUp (piattafoma per campagne di email marketing) e dall’Osservatorio e-commerce B2c della School of Management del Politecnico di Milano.

Lo studio condotto da MailUp

La ricerca di MailUp ha cercato di individuare quelli che sono stati i cambiamenti nei trend delle campagne di Email Marketing attribuibili all’emergenza sanitaria che ha colpito l’Italia tra febbraio e marzo 2020. Sono state prese in esame le campagne di 1.092 aziende e-commerce inviate tra l’1 gennaio e il 7 giugno 2020 e sono state confrontate con le campagne inviate nello stesso periodo dell’anno precedente, in modo da riscontrare le possibili variazioni.

Email: il trend dei volumi di invii

Il 2020 era cominciato con un importante incremento nei volumi di invio delle campagne di email marketing (+23,63%). Trend che si inverte in concomitanza con il lockdown del 9 marzo, si regstra, nella prima settimana di chiusura, un -89,40% di invii. Nel periodo complessivo preso in esame (1 gennaio – 7 giugno) il calo del volume di mail inviate sarà del -46,57%. E’ interessante notare come, nell’avvicinarsi alla fase 2 e al ripristino delle attività, il volume abbia addirittura registrato percentuali superiori a quelle del 2019, con la necessità, per i brand, di comunicare la riapertura delle attività e degli stori fisici.

L’interesse dell’utente: aperture e clic

Abbiamo visto come i volumi di invio abbiano risentito del lockdown con delle notevoli percentuali di calo. E’ da notare come, invece, sia cresciuto l’interesse da parte dei destinatari delle campagne di email marketing. Le percentuali di apertura, nel periodo osservato, passano da un 9% di inizio anno a un picco massimo di 12,50% durante il lockdown. Il periodo successivo, corrispondente più o meno all’inizio della fase 2, registra un assestamento intorno all’11,75%. Da notare come ci sia stato, per le DEM (comunicazioni di tipo prettamente commerciale), un calo di interesse verso la fine del lockdown, in concomitanza con la riapertura delle attività offline (negozi).

Per quel che riguarda i clic, nel 2020 si assiste a un calo complessivo evidente, dal 14,90% al 9,80% (-34,23%). Nelle settimane di quarantena, invece, il tasso di interazione cresce con valori superiori anche al 2019, è evidente, in quel periodo più interesse e più tempo da dedicare alle comunicazioni commerciali dei brand. Anche in questo caso si assiste a un calo dell’interesse verso la fine del lockdown, quando il tasso di clic scende sotto l’11%. La gente ricomincia ad uscire e perde relativamente interesse verso le proposte commerciali dei brand dell’e-commerce.

Lo studio condotto dal Politecnico di Milano sull’andamento degli e-commerce

La previsione sul valore degli acquisti online nel 2020 si stima possa sfiorare i 22,7 miliardi di euro in crescita del +26% rispetto al 2019. Si prevedono crescite in tutti i settori: Informatica ed elettronica di consumo vale 6 miliardi di euro (+18%), Abbigliamento 3,9 miliardi (+21%) ed Editoria 1,2 miliardi (+16%). I comparti emergenti registrano ottimi risultati con ritmi di crescita esponenziali: in particolare Food & Grocery genera 2,5 miliardi di euro (+56% rispetto al 2019), Arredamento e home living 2,3 miliardi (+30%) e Beauty 770 milioni di euro (+37%).

Il periodo di lockdown sembra aver finalmente svegliato i brand sulla necessità di promuovere un canale e-commerce che sia integrato con i negozi sul territorio.

Conclusioni

Dallo studio è emerso che la Covid-19 ha avuto sul settore e-commerce un doppio effetto. Da un lato ha certamente reso più difficili alcune operatività (consegne e altre attività professionali correlate) dall’altro ne ha favorito l’espansione spingendo all’utilizzo dell’e-commerce anche segmenti di mercato fino a qualche mese fa abituati a effettuare i propri acquisti esclusivamente offline.

Foto di Muhammad Ribkhan da Pixabay

E-commerce e Covid-19

Altre notizie

Assegnati i Brands Award 2021

Assegnati i Brands Award 2021

Sono stati assegnati i prestigiosi Brands Award 2021, una serie di riconoscimenti che Gdoweek, insieme a Mark Up, conferiscono alle aziende della GDO sulla base dei dati di vendita forniti da IRI (uno dei più prestigiosi centri di ricerca specializzato in Analytics...

Presentati i dati Eumetra sull’efficacia del volantino cartaceo

Presentati i dati Eumetra sull’efficacia del volantino cartaceo

Secondo uno studio dell'Istituto di ricerca Eumetra, il volantino cartaceo resiste e resta uno dei principali veicoli di promozione per la GDO. La ricerca evidenzia, inoltre, come eventuali inserti pubblicitari all'interno di tali volantini, non vengano percepiti come...

La Virtus Bologna è di nuovo campione d’Italia

La Virtus Bologna è di nuovo campione d’Italia

Ci siamo anche noi, nel nostro piccolo, dietro il trionfo della Virtus Segafredo Bologna, campione d'Italia nel campionato maschile di basket 2020-2021. Da diversi anni il nostro Gruppo sponsorizza le V Nere, sia la squadra maschile che quella femminile e in questa...

Il packaging green porta i suoi frutti

Il packaging green porta i suoi frutti

E' stata pubblicata la nuova edizione di Osservatorio Immagino, lo studio semestrale che fa il punto della situazione sul packaging dei prodotti della GDO con particolare attenzione alle informazioni che vengono riportate sull'etichetta. Dati che vengono poi...

Al Tech Share Day di Bologna le novità nel packaging sostenibile

Al Tech Share Day di Bologna le novità nel packaging sostenibile

Il Tech Share Day è un evento internazionale dedicato alle innovazioni tecnologiche organizzato dal Politecnico di Torino, dal MISE Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) e da Netval. L'edizione 2021 si è tenuta dal 5 al 7 maggio e ha visto la partecipazione...

La Grande distribuzione guida l’innovazione

La Grande distribuzione guida l’innovazione

Per gli italiani la Gdo è il comparto che innova meglio ed è secondo nel rispettare le aspettative dei consumatori. E' questo il risultato di una ricerca condotta di Omnicom PR Group, società di consulenza strategica in comunicazione, che ha svolto un'inchiesta...

Tavernello si rifà il look

Tavernello si rifà il look

Tutti conosciamo il Tavernello, il vino "in cartone" (Tetra Pack) che da oltre 35 anni è sulla tavola degli italiani, sfidando i luoghi comuni in un settore, quello del vino, molto legato alle tradizioni. Prodotto da Caviro, una cooperativa di viticoltori con migliaia...

Coop da 16 anni aderisce a M’illumino di meno

Coop da 16 anni aderisce a M’illumino di meno

Da ben 16 anni Coop aderisce a "M’illumino di meno", la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata da Caterpillar e Radio2 nel 2005. Quest'anno la data è quella di venerdì 26 marzo 2021 e ha come tema il "Salto di specie", ovvero...

Amazon fresh sbarca a Roma

Amazon fresh sbarca a Roma

Dopo il lancio a Milano, un mese fa, sbarca anche a Roma Amazon Fresh, il servizio di consegna spesa in giornata curato dal colosso dell'online. Amazon al momento riserva questo servizio ai clienti Amazon Prime, abbonamento annuale che permette consegne più veloci,...

Packaging, le tendenze 2021

Packaging, le tendenze 2021

Quello del packaging, come tutti gli altri settori, vive di tendenze, mode ed evoluzioni in base al mercato, ai gusti dei consumatori che cambiano, ad esigenze di logistica e modifiche per adeguarsi alle normative. Noi di S.O.S. Graphics viviamo in prima fila questo...

Pin It on Pinterest

Share This