Spesa online con troppi click?

Home 9 Gdo news 9 Spesa online con troppi click?

18 Dic 2020

Sono troppi 35 click per la fare spesa online nei portali della GDO? La startup AppQuality ha svolto una ricerca per testare l’esperienza di acquisto online che l’utente ha nei supermercati digitali della GDO. Si sa che nel 2020, causa pandemia, l’e-commerce ha avuto un vero e proprio boom, con esso anche il comparto della GDO. Nel 2019, solo l’1% delle vendite veniva effettuato tramite canali online, con consegna a domicilio oppure ritiro nel punto vendita. L’emergenza sanitaria ha portato in generale a un raddoppio, oltre quota 2%, con particolari casi, come Milano, in cui i livelli sono più alti rispetto alla media nazionale. Da notare come, la prima e la seconda ondata della pandemia, il 36% ha continuato a fare la spesa online, privilegiando i siti web della GDO, a dimostrare un buon livello di customer satisfaction e come, questa modalità di acquisto, stia entrando in una fase matura.

E’ semplice fare la spesa online?

La ricerca di AppQuality mirava a capire quanto sia comodo fare la spesa online, evidenziando (attraverso una community di utenti test) quanti click del mouse fossero necessari per la registrazione, l’acquisto  e la conferma dell’ordine.

Come sono stati contati questi click?

  • I click del mouse sono stati contati dal bottone di acquisto (una volta inseriti i prodotti nel carrello) fino all’ultimo bottone di conferma dell’ordine, compresa la registrazione. Per nessun supermercato è compresa la fase di pagamento;
  • per tutti i supermercati, sono stati contati i click del mouse necessari per la compilazione dei dati, bottoni e spunte di controllo, compresa la fase di registrazione;
  • non sono mai state utilizzate scorciatoie come “iscriviti tramite social network” o simili;
  • nei form di registrazione sono stati contati solo i click necessari per entrare nei campi di compilazione obbligatori;
  • la ricerca è focalizzata sul numero di click necessari per confermare un ordine di acquisto, non tiene in considerazione il tempo impiegato per il raggiungimento dell’obiettivo.

 

Il numero medio è stato di 35 click, dai 28 di Evelri ai 46 di Bennet, passando per i 33 di PAM, 41 di Esselunga e 44 di Coop. Secondo il parere di AppQuality ci sono sicuramente margini di miglioramento ma non sempre la formula da inseguire è: meno click, più velocità, migliore esperienza.

Ecco il risultato:

Fonte: AppQuality

Foto di Free-Photos da Pixabay

Altre notizie

Tavernello si rifà il look

Tavernello si rifà il look

Tutti conosciamo il Tavernello, il vino "in cartone" (Tetra Pack) che da oltre 35 anni è sulla tavola degli italiani, sfidando i luoghi comuni in un settore, quello del vino, molto legato alle tradizioni. Prodotto da Caviro, una cooperativa di viticoltori con migliaia...

Coop da 16 anni aderisce a M’illumino di meno

Coop da 16 anni aderisce a M’illumino di meno

Da ben 16 anni Coop aderisce a "M’illumino di meno", la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata da Caterpillar e Radio2 nel 2005. Quest'anno la data è quella di venerdì 26 marzo 2021 e ha come tema il "Salto di specie", ovvero...

Amazon fresh sbarca a Roma

Amazon fresh sbarca a Roma

Dopo il lancio a Milano, un mese fa, sbarca anche a Roma Amazon Fresh, il servizio di consegna spesa in giornata curato dal colosso dell'online. Amazon al momento riserva questo servizio ai clienti Amazon Prime, abbonamento annuale che permette consegne più veloci,...

Packaging, le tendenze 2021

Packaging, le tendenze 2021

Quello del packaging, come tutti gli altri settori, vive di tendenze, mode ed evoluzioni in base al mercato, ai gusti dei consumatori che cambiano, ad esigenze di logistica e modifiche per adeguarsi alle normative. Noi di S.O.S. Graphics viviamo in prima fila questo...

Anche la CIA si rifà il logo

Anche la CIA si rifà il logo

Tanti dubbi attorno al nuovo logo della CIA, l'agenzia di intelligence statunitense. Basta guardare in rete per capire come il nuovo logo abbia sollevato molte discussioni. Intanto, come è giusto che sia per un'agenzia che si occupa di servizi segreti, il segreto è...

General Motors: nuovo logo guardando al futuro

General Motors: nuovo logo guardando al futuro

Dopo oltre mezzo secolo General Motors, storica casa automobilistica di Detroit, cambia logo per venire incontro alle nuove tendenze della mobilità elettrica. General Motors possiede marchi tra i quali Chevrolet, GMC e Cadillac e si è impegnata a diventare leader nel...

Kia motors svela il suo nuovo logo

Kia motors svela il suo nuovo logo

Novità per Kia motors in questo inizio del 2021, la casa automobilistica sudcoreana ha rivelato il suo nuovo logo aziendale, comprensivo di payoff (Movement that inspires). L'introduzione del nuovo logo, come si legge nel comunicato ufficiale, rappresenta l'ambizione...

Pfizer si rifà il look

Pfizer si rifà il look

Proprio mentre ha gli occhi di tutto il mondo puntati addosso, per via del vaccino anti-Covid, Pzifer, la nota casa farmaceutica statunitense, mette in atto un'importante operazione di rinnovamento grafico del logo. Pfizer è stata fondata a New York nel 1849 da...

Nuovo logo per Burger King

Nuovo logo per Burger King

Nuovo logo per la catena di fast food Burger King. L'ultimo restyling del logo risaliva a vent'anni fa e questa nuova versione è un ritorno al passato e alla centralità del progetto: il cibo, o meglio, l'hamburger. Il progetto del nuovo logo è stato eseguito dallo...

2021, mi rifaccio il logo

2021, mi rifaccio il logo

Crisi? Covid-19? La cosa migliore è dare un colpo di spugna a ciò che è vecchio è ripartire. Devono aver pensato così alcune delle aziende (e relativi marchi) più conosciuti al mondo in un 2021 che si apre con il restyling del logo di alcuni dei più noti brand sul...

Pin It on Pinterest

Share This